Close

Rivestimenti cucina: alternative alle piastrelle

Il rivestimento cucina è un elemento molto importante, caratterizza esteticamente l’ambiente e ne determina la funzionalità. Nelle parti adibite a piano cottura, piano lavoro e lavello, si preparano e cuociono i cibi: occorre perciò scegliere un materiale di rivestimento, coprente dalla base ai pensili, che garantisca le corrette protezioni da calore, umidità e sporcizia.

I rivestimenti per cucine devono infatti rispondere alle seguenti caratteristiche: funzionalità, facilità di manutenzione, impermeabilità, resistenza alle alte temperature, aderenza al piano di lavoro.

La soluzione più adottata attualmente è quella di rivestire queste zone con piastrelle per cucina in ceramica o gres porcellanato, con colori e finiture simili alla pavimentazione o a contrasto con richiami ai mobili e all’arredamento della stanza. Quali sono le alternative alle piastrelle tradizionali?

Per donare un look classico e raffinato alla tua cucina puoi optare per l’utilizzo di materiali nobili, come marmi, pietre o quarzi. Creano un effetto di sicuro impatto ma bisogna prestare maggiore attenzione alla manutenzione dei materiali, delicati e da pulire con prodotti specifici. Se invece prediligi lo stile moderno e minimal, la soluzione perfetta per te sono il Corian, la resina o il cemento spatolato. Assicurano una maggiore igiene grazie all’assenza di giunture ed un’ottima impermeabilità ma bisogna predisporre una maggiore protezione vicino al piano cottura, per evitare che si danneggino con l’eccessivo calore. Infine, per una personalizzazione completa ed originale, puoi scegliere di rivestire la tua cucina con appositi pannelli stampati: effetto legno, effetto pietra, fotografici, a pattern.. puoi dare libero spazio alla fantasia!

Richiedi Informazioni