Close

Ristrutturazione casa: i costi e gli incentivi fiscali

Hai deciso di ristrutturare casa e vuoi avere un’idea dei costi che può comportare? La previsione delle spese è fondamentale, quando si sceglie di intraprendere delle opere di ristrutturazione all’interno della propria casa, ed è altrettanto importante avere ben presenti gli incentivi fiscali e le detrazioni di cui si può usufruire.

Per sapere quanto costa ristrutturare casa bisogna prima di tutto definire la tipologia di ristrutturazione di cui si necessita distinguendo fra semplici opere di restyling, ovvero lavori poco invasivi come la ritinteggiatura o l’installazione di nuovi infissi, e una ristrutturazione completa che va invece a modificare sostanzialmente un’abitazione con lavori più complessi. In seguito occorre informasi per avere un’idea chiara delle cifre riguardanti i materiali che verranno impiegati e i costi delle diverse professionalità che andranno ad agire sull’immobile, senza dimenticare gli eventuali permessi da richiedere agli organi di competenza. I fattori che vanno ad incidere maggiormente sui costi di una ristrutturazione sono infatti i materiali, gli impianti e l’area del cantiere.

Il modo migliore per sapere quanto costa ristrutturare casa e avere sempre sotto controllo i costi (e i tempi, che sono altrettanto fondamentali) delle tue opere di ristrutturazione è affidarsi a un esperto del settore preciso e competente che gestisca, coordini e comunichi in qualità di interlocutore unico con tutte le professionalità in azione, come da sempre fa ABC Interni. Questo ti permetterà di ottenere un rapporto qualità prezzo davvero eccellente e di verificare sempre con la massima trasparenza l’andamento dei lavori e il corretto mantenimento del budget prefissato.

Inoltre, è molto utile informarsi riguardo gli incentivi fiscali e la possibilità di detrazione delle spese dei lavori di ristrutturazione che si vogliono intraprendere. È possibile, infatti, detrarre parte delle spese sostenute per alcune tipologie di lavori attraverso la dichiarazione dei redditi, usufruendo di una detrazione dall’IRPEF di una percentuale legata al tipo di intervento effettuato.

Fra gli incentivi fiscali più importanti, ci sono:

• Acquisto: detrazione dell’IVA del 50% sull’acquisto di immobili ristrutturati ad uso abitativo
• Sismabonus: detrazione variabile, in base alla classe di rischio sismico, a partire dal 50% per le unità immobiliari residenziali e produttive
• Ecobonuns: detrazione variabile del 50% o 65%, in base alla tipologia, delle spese sostenute per lavori finalizzati alla riduzione del fabbisogno energetico e al miglioramento della classe energetica dell’immobile

Inoltre, la legge prevede il pagamento dell’IVA agevolata al 10% per i lavori di ristrutturazione. Le tipologie di interventi detraibili possono essere di tipo ordinario, straordinario o di riqualificazione energetica e possono aiutare a rendere più chiaro quanto costa ristrutturare casa.

Un esperto del settore può aiutarti anche in questo: ti farà conoscere tutti gli incentivi e le possibilità di detrazione fiscale attualmente in vigore mirate ai lavori di ristrutturazione che necessita il tuo immobile e ti aiuterà ad ottenerle nel modo corretto richiedendo eventuali moduli e permessi necessari.

Richiedi Informazioni